We Are si occupa di prestare assistenza ai profughi siriani, raccogliendo in Italia aiuti umanitari, con particolare attenzione alle necessità della prima infanzia e dei bambini in età scolare, e distribuendo personalmente in Syria.

In Syria le persone scappate dalle città e dai villaggi agricoli a causa della guerra e rifugiate nei campi profughi, sotto le tende sono 4 milioni.

In questi campi sono costretti a vivere in condizioni igieniche sanitarie molto precarie, al limite della sopravvivenza. Manca completamente un sistema idrico permanente, le fogne sono a cielo aperto e si confondono con il fango durante i giorni di pioggia. Oltre ad una situazione di forte disagio, i campi profughi sono oggetto di raid da parte del regime, di notte dopo il tramonto e prima dell’alba.

Ma in Syria non si muore solo sotto le bombe, si muore anche per fame, per sete, per parto, per malattie a noi sconosciute o debellate. In Syria la professione medica è vietata nelle città di guerriglia, il regime ha voluto privare anche i bambini di cure base e di vaccini. Abbiamo incontrato mamme che vogliono lasciar morire i propri figli, rifiutandone le cure. Forse sono figli di una violenza subita, ma la regola nei campi è non chiedere.

Durante le nostre missioni abbiamo potuto osservare diversi campi profughi dove vivono in condizioni precarie migliaia di persone, per la maggior parte bambini.

Vedendo e vivendo questa realtà è nato in noi il desiderio di fare qualcosa per i più piccini, qualcosa che possa tutelarli fin dall’inizio.

Con il tuo sostegno possiamo portare aiuti concreti in molti campi profughi.