Quando 5 anni fa abbiamo deciso di metterci insieme e di fondare We Are Onlus eravamo preoccupati di non trovare abbastanza sostenitori per realizzare i tanti progetti che avevamo in testa. Avevamo anche sperato di lavorare in stato di guerra per cui di emergenza per pochi mesi per poi poterci dedicare a progetti che riguardassero la ricostruzione di questo magnifico paese fatto di tante persone da cui in questi anni abbiamo imparato davvero tanto. Credo che sia chiaro che non possiamo essere più che frustrati perché ancora ad oggi la situazione dal punto di vista dell’informazione è drammatica a dir poco.

Quando abbiamo fondato We Are abbiamo deciso di fare tutto il possibile per fare conoscere ai nostri connazionali il dramma siriano perché eravamo convinti che il mancato interesse per questa causa fosse da imputare in primo luogo alla disinformazione. Siamo certi di avere fatto tutto il possibile ma dobbiamo prendere atto del fatto che ancora ad oggi la disinformazione è ancora uno dei principali responsabili di questa tragedia.

Quando abbiamo fondato We Are non avremmo mai potuto immaginare che saremmo riusciti a coinvolgere in questo nostro progetto tanti sostenitori che con la loro generosità ci hanno permesso di realizzare tanti progetti di cui andiamo davvero fieri.

Quando abbiamo fondato We Are era nostra intenzione donare: donare il nostro tempo e le nostre energie a questa causa, raccogliere beni da donare a chi ne aveva davvero bisogno e, a volte, anche solo un sorriso o un abbraccio a chi si sentiva abbandonato dal mondo intero. Siamo fieri di avere donato tanto, soprattutto grazie a voi ma ad essere sinceri abbiamo ricevuto tantissimo in cambio da persone che ci hanno fatto riscoprire valori che nel nostro quotidiano rischiano di andare perduti. Come ci è capitato di ripetere in tante occasione fare del bene aiuta a stare bene e ognuno di noi è testimone di quanto questo sia vera.

Quando abbiamo fondato We Are non avevamo davvero idea che ci saremmo affezionati così tanto ai bambini che sosteniamo e alle loro famiglie tanto che ad oggi sono diventati, in un certo senso, come membri di questa grande famiglia. A giorni vi presenteremo un nuovo progetto creato per sostenere gli orfani ospitati presso il Centro di Kilis dove tante volte siamo scesi in missione in questi anni e cercheremo da farvi conoscere, se pure in modo virtuale ognuno di loro e delle loro famiglie. Come avrete occasione di verificare il progetto avrà lo scopo di sostenere ogni famiglia e di seguire ognuno di questi fanciulli fino a quando non saranno in grado di affrontare la vita in autonomia.

Speriamo ma in fondo siamo certi che sarete disponibili a sostenere anche questo ultimo progetto e avremmo davvero piacere che nel, tempo chi tra di voi è interessato, possa scendere in missione con noi a conoscere di persona questa struttura e questi nostri piccoli amici.

Grazie di cuore per quello che avete fatto nel corso di questi 5 anni e per quello che continuerete a fare: insomma grazie della fiducia che avete riposto in noi. Grazie da parte di ognuno di noi e grazie anche da parte di coloro che hanno beneficiato del vostro aiuto che in qualche caso è stato addirittura vitale.

Enrico Vandini
Presidente We Are Onlus