Il carico di aiuti, partito dalla Franciacorta e da Bologna, è giunto a destinazione sull’isola di Lesvos. Il materiale medico sarà consegnato ai medici di Kitrinos che sono volontari che lavorano all’interno del campo di Morìa. Tutto l’abbigliamento, le scarpe ed i giochi saranno messi a disposizione dei rifugiati che possono liberamente accedere allo “spaccio” allestito da Refugee4refugees. Grazie a tutti coloro che hanno consentito, con  donazioni e con il contributo di materiale, la composizione e la spedizione del carico.

We Are ha aggiunto un piccolo mattonino al il ponte umanitario, un  piccolo punto di sutura all’emorragia di indifferenza che sembra contagiare molti. Noi non molliamo. We Are c’è.