Date le tragiche notizie sulla situazione umanitaria che colpisce la popolazione siriana, colpita nell’estenuante assedio di Aleppo Est o durante la fuga dal fronte di guerra, WeAreOnlus ha deciso di inviare una lettera di protesta formale all’Ambasciata Russa in Italia ed invitarvi a compiere lo stesso atto di solidarietà verso un popolo che subisce inerme la violenza di questa guerra.

Invito all’azione:

fate foto o screenshot e postatela sui vostri canali social (Facebook, Twitter, Instagram) utilizzando gli #tag

#WEARESYRIA #STANDWITHALEPPO

Di seguito il testo con il link al download e gli indirizzi Email a cui spedirla…

 _____________________

index

Spettabile

Ambasciata della Federazione Russa

nella Repubblica Italiana

Ambasciatore Sergey Razov

Bologna 02/12/2016

Oggetto:

Protesta formale contro i bombardamenti dell’aviazione russa sulla popolazione siriana.

Egregio Ambasciatore Sergey Razov,

Come Cittadini del Mondo siamo preoccupati per le sofferenze ed i danni umanitari subiti dalla popolazione siriana. Le scriviamo per manifestare la nostra sentita protesta per gli incessanti ed indiscriminati bombardamenti su Aleppo e dintorni.

Ogni giorno giungono notizie dal territorio siriano che mostrano il supplizio che sono costretti a subire civili inermi intenti a muoversi dopo aver subito la perdita delle proprie abitazioni e dopo essere stati costretti a sopravvivere senza viveri ed assistenza sanitaria.

E’ di questi giorni la notizia che un bombardamento dei vostri Mig su Aleppo Est ha colpito un capannone e alcune case a Habbet Qubba, dove erano ospitati sfollati di zone di Aleppo est in fuga. Si parla di 45 civili morti. Si parla di 45 vittime innocenti che erano intenzionate ad allontanarsi dall’assedio di Aleppo.

E’ inconcepibile ai giorni nostri vedere in pratica strategie di guerra medievali che puntano a colpire la popolazione inerme. È altrettanto inconcepibile, per un essere umano civile contemporaneo, la guerra come risoluzione delle contese politiche.

Esprimiamo tutto il nostro dissenso verso le azioni e le scelte delle Vostre autorità in sostegno di questa guerra che ha oramai prodotto una tragedia umanitaria paragonabile a quella generata dalla seconda guerra mondiale. Un dissenso generato dai gesti che le forze armate a sostegno del regime di Assad compiono travalicando, nel ventunesimo secolo, il buon senso prima ancora del diritto internazionale.

Le chiediamo di farsi portavoce, presso il suo Governo, della diffusa indignazione nell’opinione pubblica italiana per quanto generato dalla vostra strategia di annientamento di una popolazione, quella siriana, verso cui volete porVi come salvatori.

 

Con senso di civiltà.

Firma

____________________

Download

Da inviare a:

stampa@mail.ru

cultura.ambrussia@gmail.com

mail@rusconsroma.com

rusembassy@libero.it