Una storia, la storia di We Are, per raccontare una primavera che sboccia e profuma. Nonostante tutto.

Perchè la primavera è ogni volta che un sussurro di aiuto viene ascoltato. Quando mani operose si mettono al lavoro. Quando sai accogliere il grido di saluto di bambini sorridenti. Quando fai del dolore una lezione d’amore.

Non è sempre facile, ma può diventarlo se ci si allena a dovere.

Queste immagini ci arrivano da Kilis, dove le nostre famiglie e i nostri bambini hanno accolto con gioia il saluto di primavera che abbiamo loro inviato per video. Non siamo potuti scendere a Kilis, ma il modo per stare accanto a chi si ama lo si trova. Sempre.

Le nostre mamme stanno lavorando sodo nella “ fabbrica delle donne”: stanno producendo camici e mascherine per la popolazione turca. Perchè ad un’emergenza si risponde con i fatti. Loro lo sanno bene.

Noi sappiamo che un vissuto doloroso, di guerra, privazioni e perdite, può far nascere una nuova fioritura fatta di attenzione e cura, l’importante è curare la solitudine e l’abbandono. Queste famiglie, queste donne e questi splendidi bambini non si sentono soli e abbandonati. Perché noi ci siamo insieme a tutti gli amici che sostengono We Are.

BaciBaciBaci, come dice Enrico
Principesse
Camici e mascherine dalla “fabbrica delle Donne”